Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

           RISTRUTTURIAMO ASSIEME A VOI!

BLOG
Rifacimento Facciate: Progetto Ristrutturazione Villa a Basiglio

BY IN ristrutturazione facciate

 Rifacimento Facciate : Progetto di Ristrutturazione Villa

Rilievo Fotografico Prima del Rifacimento Facciate

anteristrutturazione

Collage ante ristrutturazione

Collagecopert

 Rifacimento Facciate : Progetto di Ristrutturazione Villa

foto-8-e1428501154945Il Prospetto di un Edificio, gioca di certo un ruolo Fondamentale dal punto di Vista Estetico: la prima cosa che notiamo di un immobile è la sua facciata. Non Bisogna però sottovalutare l’importanza e il beneficio che una facciata ben preservata comporta, conferendo ulteriore valore e vivibilità alla proprietà.

Per questo è importante rivolgersi a dei professionisti per il Rifacimento Facciate, che assicurino al cliente un lavoro accurato ed una manutenzione durevole nel tempo.

Di seguito si analizzeranno in particolare, le attività legate alla manutenzione e al rifacimento facciate ,rivestite da intonaci. Con il termine intonaco si indica un rivestimento murale con finalità di finitura superficiale e protezione, costituito da uno o più strati di malta in vari dosaggi a seconda del grado di durezza che si intende ottenere, i cui componenti vengono scelti in relazione al tipo e condizioni del supporto, in base al tipo di tecnica esecutiva e alle funzioni dei vari locali.

In base alla Normativa Vigente, le miscele vengono applicate in tre strati, differenti per composizione chimica e caratteristiche fisiche. A seconda delle funzioni svolte si distinguono in:

1. Strato di ancoraggio – Detto anche “Rinzaffo“, è il primo strato applicato direttamente sulla muratura. E’ uno strato a spessore, composto da aggregati grossolani non lisciato, lasciato ruvido per favorire l’ancoraggio del livello successivo

foto-2-e142850203431222ER2. Strato di livellamento – Detto anche “Arriccio“, costituisce il corpo dell’intonaco, regolarizzato ma non rifinito. La superficie stavolta è piana, pronta a ricevere lo strato di finitura

3. Strato di finitura – Detto anche “Stabilitura” ,è lo strato destinato a rifinire la superficie ultima.

L’intonaco, chiamato a proteggere l’intera struttura, è continuamente soggetto all’ azione di agenti esterni e/o provenienti dalla muratura stessa, che provocano fenomeni di degrado diffuso o localizzato. Quando arriva, quindi, il momento in cui l’intonaco non può più conservare la funzione assegnatagli a causa del processo di deterioramento, si rendono necessari degli interventi che ne ripristino l’integrità.

Gli interventi sugli intonaci degradati spaziano dal recupero al restauro, dal ripristino localizzato alla manutenzione, dal completo rifacimento alla demolizione. Nello specifico si analizzerà un intervento su una villa a Basiglio, classificabile come operazione di Rifacimento facciate che rientra nella Manutenzione Ordinaria.

Durante il primo sopralluogo, i nostri Esperti, hanno innanzitutto rilevato lo stato della finitura esterna dell’abitazione: manovra particolarmente importante per il rifacimento facciate è infatti la verifica su tutta la superficie, dello stato e della coesione dell’intonaco, sondando con un martelletto se quest’ultimo “suona a vuoto”, e con un cacciavite puntandolo a mano in varie parti.

Ecco l’utilità di questa operazione: se il cacciavite non penetra o penetra con difficoltà,casa vista dietro l’intonaco si può considerare consistente, se entra invece facilmente in profondità, ci troviamo di fronte ad un supporto friabile assolutamente da eliminare. Sono quindi state eliminate le parti di intonaco distaccato, estendendo la riparazione ad una zona più ampia di quella rovinata

Successiva a questa, è la fase di preparazione del supporto suddivisa in:

1. Pulitura della superficie – Effettuata con l’impiego di spazzole metalliche,

2. Lavaggio con acqua – Laddove necessario

3. Picchiettatura della zona interessata dalla riparazione – Al fine di ottenere una superficie scabra e di facile aggrappo per il nuovo materiale.

Le malte per i diversi strati dell’intonaco sono state rigorosamente preparate a mano, amalgamando i componenti su un piano pulito, in modo che non fossero commisti a terra o ad altre sostanze indesiderate. La miscelazione è proseguita finché il materiale non ha acquista un aspetto visibilmente uniforme: ad intonaco pronto, si sono stesi i vari strati di malta, previa opportuna pulitura delle parti, e con il frattazzo è stata poi livellata la superficie finita.

La Finitura scelta per il rifacimento facciate di questa villa a Basiglio è una Finitura al Quarzo:  un Rivestimento murale al quarzo a grana fine non dispendioso, che possiede però ottime caratteristiche di copertura garantendo un’ eccellente resistenza agli agenti atmosferici.

Auria Group

5 anni ago / No Comments

17

APR

No

Comments

Tag:

Lascia un commento

WRITE A COMMENT